martedì 8 novembre 2011

Water, water, everywhere...

Venerdì qui a Genova si è scatenata l'Apocalisse. Non dove abito io, la mia vallata è stata risparmiata e possiamo solo ringraziare, ma Marassi e Quezzi, i quartieri in cui ho lavorato ogni giorno per quattro anni, sono in ginocchio. Questo è il cortile della mia ex scuola, il giorno dopo l'alluvione:
Chi era lì è ancora sotto choc, le auto entravano dal portone, sospinte dalla marea di fango... Ora non è tempo di polemiche, è tempo solo di cordoglio per le vittime e di aiuto per chi ha perso tutto. Anche la Valle Scrivia ha avuto danni, mio marito non ha il telefono e il riscaldamento in ufficio da due giorni. Non sarà nulla, direte voi, ma per un'agenzia immobiliare non avere linea telefonica non è il massimo, speriamo riparino i guasti quanto prima.

3 commenti:

Gemma ha detto...

Una tragedia. I genovesi, però, stanno dimostrando anche in quest'occasione di aver un carattere forte, da vera gente di mare. Speriamo passi presto, anche se il cielo anche oggi non promette niente di buono...

katia ha detto...

un grosso abbraccio!!!!! Sai che ti sono vicina!!!!! Katia

barbara ha detto...

speriamo che con il tempo le cose migliorino, ciao barbara